seguici su Facebook seguici su Twitter

Blog Post

SET
29
2010

LUNIGIANA: UNA TERRA DA SCOPRIRE LASCIANDOTI TRASPORTARE

Questo lo slogan scelto per la campagna promozionale che accompagna No Far Acess un progetto transfrontaliero che ha permesso di costruire una proposta turistica che coniughi trasporto, accessibilità e turismo sostenibile.

“Lasciati Trasportare” una campagna diffusa,  al punto che nel giro di pochi giorni i posti (150 per ognuno) sui treni sono stati esauriti, quello del 26 settembre a trazione elettrica, la protezione civile per la stagione non permette il vapore come invece avremo il 10 ottobre per la giornata della castagna, quindi risultati ottimi che spero spingano anche gli operatori a investire, promuovere un territorio in continua crescita dal punto di vista delle presenze turistiche.

Quindi non un semplice trenino ma un progetto che vuol essere anche una proposta di sviluppo per il nostro territorio, per coniugare e legare il mare con la lunigiana, far conoscere ai nostri concittadini le grandi potenzialità di questo territorio, è un peccato credere nel nostro territorio, pensare che il nostro stesso territorio sia il motore del suo sviluppo?

Venerdì 24 e Sabato 26 abbiamo dedicato due giornate al turismo in lunigiana, il cicloturismo con la proposta della Ti – Bre Dolce l’idea di percorrere da Verona fino alla Lunigiana con la bicicletta e il treno della cultura in occasione della Bancarella Cucina a Pontremoli, due giornate in cui abbiamo coniugato il sistema dei trasposti con un sistema di turismo sostenibile.

Sempre più il turista richiede e sceglie le proprie mete sulla base della disponibilità di un trasposto integrato, come amministrazione provinciale stiamo facendo grandi sforzi per rendere questo tema centrale in una fase, non possiamo nascondercelo, molto difficile per il settore dei trasporti per i tagli operati dal governo centrale, che ha realizzato una manovra all’insegna del non mettiamo le mani nelle tasche degli italiani, ma aggiungo io togliendogli i servizi.

Nella giornata di venerdì abbiamo sottolineato le caratteristiche e le esigenze del turista in bicicletta che spende molto di più di quello in macchina, come sottolineato anche alla giornata europea per il turismo, ma ha bisogno di una rete di sostegno e di integrazione tra i servizi, la rete dei b&b attrezzati per accoglierli, i servizi sulla rete territoriale che sia identificabile, riconoscibile, una proposta che rappresenta una sfida mettendo in rete enti locali, operatori privati in collaborazione con le organizzazioni proponenti FIAB e Legambiente.

Una proposta turistica all’insegna dello slow come quella proposta la Domenica, non un semplice viaggio in treno ma la possibilità di vivere un esperienza.

Le proposte dei treni di autunno e quelli che verranno realizzati in primavera, nell’ambito del progetto europeo No Far Access, propongono un trasporto più lento alla scoperta del territorio, con cui rafforziamo i centri territoriali più piccoli , meno conosciuti, quindi costruiamo network tra realtà più piccole per costruire tragitti, partendo dalla Lunigiana ma allargandoci ad un ambito che abbraccia l’Italia e l’Europa, non solo un viaggio ma una sfida, una responsabilità comune.

Infine un ringraziamento, in particolare,  a coloro che seguono il mio lavoro e quello dei miei validissimi collaboratori/trici, che sapranno apprezzare le novità che stiamo introducendo, nonostante le difficoltà, consapevoli che “fare” può creare aspettative speriamo, ce la metteremo tutta, che non vadano tradite

Autore

Scrivi una risposta