seguici su Facebook seguici su Twitter

Tag

// treni
GEN
18
2013

Turismo motore di sviluppo in 8 punti

Per l’Italia il turismo rappresenta un enorme motore di sviluppo solo se la politica arrivera’ a considerarla tale. È infatti evidente che fino ad oggi il turismo sia stato considerato il fanalino di coda, una sorta di attività economica collaterale, e’ necessario ridargli centralità, per far questo il settore oltre a risorse a bisogno di importanti riforme, molte delle quali a costo zero:
1) inserire il turismo nell’ambito del Ministero delle attivita’ produttive con l’accorpamento e riduzione delle competenzeda permettendo una seri di normative quadro che uniformino il settore ad esempio nell’uniformare il sistema delle categorie
2) eliminare gli sprechi e rendere più’ efficienti gli enti che dovrebbero occuparsi di promozione integrando la loro attività con soggetti pubblici e privati: varando un programma di promozione per il Turismo 12 mesi all’anno!
3) eliminare la tassa di soggiorno o comunque vincolarne l’uso a interventi di investimento nel settore turistico e nei suoi servizi: accoglienza, informazione, pdomozione
4) riqualificare le strutture ricettive attraverso l’impiego di risorse e fondi europei privilegiando gli interventi a “emissioni zero”, l’implementazione dei servizi complementari all’attività di ricezione: strutture per il benessere, servizi family friendly ecc…; investimenti sul l’implementazione delle nuove tecnologie
5) riaprire, rafforzando l dialogo con l’UE, il tema dell’applicazione della Bolkestein al settore balneare che permetta di garantire investimenti e la qualità i servizi proposti.
6) riorganizzazione del sistema della mobilità: aereo portuale e navale, trasporto su gomma e ferro. Il sistema oggi appare frammentario, e’ necessari una complessiva riorganizzazione degli hub aereo portuali, il potenziamento delle vie del mare non solo per i collegamenti con le isole ma lungo il sistema costiero mediterraneo ed Adriatico; integrazione del trasporto su gomma e rotaia.
7) lanciare un programma di semplificazione amministrativa sia nella realizzazione degli adempimenti e degli interventi strutturali e di investimento.
8) ridefinire il pian formativo con la riorganizzazione dell’attuale sistema scolastico e implementazione degli indirizzi formativi in particolare nel settore dell’uso delle nuove tecnologie e delle nuove professionalità: marketing, incoming, organizzazione del prodotto turistico ecc…

OTT
12
2010

Il treno delle castagne – Licciana Nardi

Tutto esaurito per il secondo Treno d’Autunno

Circa 150 persone alla scoperta della Lunigiana.

Ha registrato il tutto esaurito il Treno della Castagna, seconda iniziativa promossa dalla Provincia di Massa Carrara, Assessorato ai Trasporti ed organizzata dall’Agenzia Turistica delle 5 terre, all’interno del ciclo dei Treni d’Autunno.

Il Treno, finanziato dal progetto dell’Unione Europea No Far Access, è partito da Viareggio alle ore 9.00 della mattina alla volta della Festa della Castagna di Licciana Nardi. Erano circa 150 i passeggeri presenti, accompagnati dalle guide di Legambiente e da altre guide specializzate per i turisti diversamente abili: molte le famiglie e le coppie di giovani e meno giovani che hanno aderito a questa iniziativa di turismo alternativo.

Leggi tutto →

SET
29
2010

LUNIGIANA: UNA TERRA DA SCOPRIRE LASCIANDOTI TRASPORTARE

Questo lo slogan scelto per la campagna promozionale che accompagna No Far Acess un progetto transfrontaliero che ha permesso di costruire una proposta turistica che coniughi trasporto, accessibilità e turismo sostenibile.

“Lasciati Trasportare” una campagna diffusa,  al punto che nel giro di pochi giorni i posti (150 per ognuno) sui treni sono stati esauriti, quello del 26 settembre a trazione elettrica, la protezione civile per la stagione non permette il vapore come invece avremo il 10 ottobre per la giornata della castagna, quindi risultati ottimi che spero spingano anche gli operatori a investire, promuovere un territorio in continua crescita dal punto di vista delle presenze turistiche.

Quindi non un semplice trenino ma un progetto che vuol essere anche una proposta di sviluppo per il nostro territorio, per coniugare e legare il mare con la lunigiana, far conoscere ai nostri concittadini le grandi potenzialità di questo territorio, è un peccato credere nel nostro territorio, pensare che il nostro stesso territorio sia il motore del suo sviluppo?

Leggi tutto →

SET
22
2010

Lasciati trasportare in Autunno con il treno in Lunigiana

Si tratta di appuntamenti – ha dichiarato l’assessore provinciale ai trasporti, Sara Vatteroni rivolti a rendere maggiormente fruibili e più noti i territori della Lunigiana. I treni speciali sono delle iniziative finalizzate ad incrementare, anche in modo sostenibile, i flussi turistici all’interno della Lunigiana. I treni speciali vogliono anche essere uno stimolo per nuove opportunità di business; speriamo infatti che in futuro, visto l’alto successo di presenze per questo genere di iniziative, si presentino dei soggetti privati disposti a gestire in prima persona questi treni-evento che oggi sono sostenuti al 70% da contributi pubblici”.

Leggi tutto →